Passa ai contenuti principali

LUMIA SU OPERAZIONE PANDORA

FORMAZIONE: OPERAZIONE “PANDORA” CONFERMA CHE SETTORE E’ COMPROMESSO
ott 14th, 2013

L’operazione della Procura e della Guardia di finanza di Catania conferma che il settore della formazione professionale in Sicilia è compromesso. Un vero e proprio scandalo fatto di arricchimenti, collusioni con la politica e con pezzi della Regione.

È vero è una ‘Pandora’ che ci consegna una formazione al servizio dell’intermediazione burocratico-clientelare e affaristico-politica, piuttosto che una formazione al servizio dei giovani e delle attività produttive. Hanno fatto bene il presidente Crocetta e l’assessore Scilabra a fare saltare, sin dall’inizio, il tappo e a iniziare una rivoluzione senza precedenti. Dopo la Procura di Messina anche quella di Catania conferma che ci avevano visto giusto.

Adesso la politica non deve più tergiversare, i partiti devono avere il coraggio di guardarsi dentro e, in Assemblea regionale, mettere all’ordine del giorno quelle riforme che possono finalmente cancellare il marciume e organizzare una moderna, sobria e qualificata formazione in grado di rispondere realmente alle necessità professionali del mercato del lavoro.

Giuseppe Lumia


Post popolari in questo blog

INTERVISTA A CROCETTA

IL MEGAFONO SICILIANO RIUNITO A TRABIA - PRESA DI POSIZIONE

Trabia 5 agosto 2017

Si è riunita ieri e oggi, alla presenza di circa 150 quadri provenienti da tutto il territorio siciliano, la direzione regionale del megafono che ha approvato il seguente documento:

Il Megafono esprime la propria preoccupazione sul metodo scelto da alcune forze di maggioranza, rispetto alla candidatura del presidente della Regione. E’ prassi consolidata nel centro sinistra, che il presidente uscente venga ricandidato a meno di non trovarsi di fronte a fatti gravi, che rendano inopportuna la candidatura. Crocetta è il primo rappresentante del centro sinistra che dal 1946 in poi, ha vinto le elezioni con mandato popolare;

La Sicilia che abbiamo trovato nel 2012 era sull’orlo del fallimento, con un bilancio in default, con 11 punti di Pil persi in 7 anni e con ben 300mila lavoratori che avevano perso il posto di lavoro; non utilizzava i fondi europei, era tra gli ultimi posti per i livelli essenziali di assistenza sanitaria. Era la Sicilia delle prebende, delle clien…

CROCETTA PRESENTA #RIPARTE SICILIA